Lettori fissi

venerdì 12 agosto 2016

Idee per l'anno prossimo: teatro e grammatica attiva. Consigli?

Stanotte non riesco a dormire, così ho deciso di buttar giù tutte le idee didattiche che mi frullano in testa.
Il problema è che è tutta l'estate che studio e leggo qua e là tante cosucce interessanti che mi aiuterebbero a innovare la didattica: il PBL, il coding, varie applicazioni digitali, la scrittura creativa della Atwell e la lettura col metodo "Notice and note"...
Ma ora sono molto confusa, perché non ho il tempo di studiare tutte queste cose per bene (un po' sono stanca e vorrei davvero staccare il cervello prima di settembre, un po' perché ho il mio figlioletto terremotino da seguire), però vorrei, dunque sto accumulando una certa ansia...
In più ci sono altre idee mie personali che vorrei applicare, e ora le scrivo sperando di ricevere dei consigli.

IDEA 1: TEATRO
Vorrei proporre come laboratorio pomeridiano del I quadrimestre (orario prolungato) per tutte e tre le classi (I, II e III media) la messa in scena di un'opera teatrale. Vorrei che i ragazzi si accostassero a un testo vero, magari un po' rivisitato, piuttosto che creare un testo loro come scrittura creativa... Penso che per loro sia importante accostarsi al bello della letteratura, come mi ha insegnato in passato il mio saggio collega di musica.
Ma quale testo? Non ho idee, se non il classico Goldoni, ma non vorrei fosse troppo difficile, anche perché io non ho alcuna esperienza in fatto di teatro, e non credo nemmeno i miei colleghi, perciò serve qualcosa di semplice, a meno che non ci facciamo seguire da un esperto esterno...
Mi era venuto in mente anche Shakespeare, magari una commedia, così si potrebbe leggere qualcosa in originale e poi in italiano lavorare sulle traduzioni...
HELP!

IDEA 2: GRAMMATICA "ATTIVA"
Mi piacerebbe rendere più leggere le lezioni di grammatica, quindi mi era venuto in mente di legare la materia alla ginnastica. Non so, scrivere delle frasi su cartoncino e chiedere agli alunni, divisi in squadre, di ritagliare le parole e di inserirle nella scatola giusta (nomi, verbi, aggettivi... oppure diversi tipi di verbi...) dopo aver superato un percorso a ostacoli.

Un'altra idea che mi era venuta per l'analisi logica era quella di ritagliare tanti sintagmi (anche presi da testi veri), distribuirli e assegnare ad alcuni alunni il ruolo di soggetto, predicato, oggetto... Loro dovrebbero vagare in giro pee l'aula, inventare frasi coi sintagmi dati e far reggere il cartoncino con il sintagma che per esempio fa da soggetto al ragazzo col ruolo del soggetto e così via...

Oppure (se avessi la Lim sarebbe più semplice) creare delle schede grammaticali da far riempire ai ragazzi con degli esempi tratti dai testi che leggono. Es. gli usi dell'imperfetto: la durata, la reiterazione, etc... Si leggono dei testi al passato e si registrano degli esempi per ogni uso.

Il mio sogno sarebbe quello di lavorare sulla grammatica attraverso la lettura di testi, non sui manuali coi soliti esercizietti...

Spero di ricevere dei consigli dai colleghi!
Ora provo a dormire: chissà che scrivere mi abbia fatto bene! Notte...

Nessun commento:

Posta un commento